+

2

Ago, 2017

Tecnico Superiore delle imprese Agro-Zootecniche e Biologiche

By: | Tags: , , , , | Comments: 0

 Il “Tecnico Superiore delle imprese agro-zootecniche e biologiche” è in grado di analizzare e gestire i fattori che condizionano la produzione vegetale, ed in particolare in ambito orticolo e in quella florovivaistico,  dei metodi biologici, e della sostenibilità dell’ambiente.

Inoltre, ha maturato capacità sul comparto dell’allevamento animale con particolare attenzione alla filiera lattiero casearia e alla filiera della trasformazioni delle carni.

Acquisisce capacità organizzativa relativa alla modalità di raccolta, conservazione, trasformazione e di identificazione dei prodotti, curando, altresì, gli aspetti di valorizzazione e promozione delle produzioni.

Possiede spiccate conoscenze dei prodotti e dei processi, sia dal punto di vista  delle tecnologie impiegate  nelle fasi di  produzione e trasformazione; che  per quel che  riguarda l’economicità e la  standardizzazione degli stessi volgendo verso la  creazione di valore aggiunto  attraverso la certificazione dei flussi di lavoro e dei prodotti del settore agrario e zootecnico.

Struttura modulare dell’iter formativo:

  • Introduzione all’Economia e al Management
  • Introduzione alle Tecnologie Alimentari
  • Introduzione alla Legislazione degli Alimenti
  • Introduzione alla Chimica
  • Marketing del Territorio
  • Inglese
  • Informatica
  • Formazione e Informazione Sicurezza sui Luoghi di Lavoro nel Settore Agroalimentare
  • Primo Soccorso
  • Haccp
  • Antincendio
  • Accompagnamento al Lavoro
  • Comunicazione e Social
  • Botanica e Fisiologia Vegetale
  • Agronomia
  • Patologia ed Entomologia
  • Certificato per l’abilitazione all’acquisto, detenzione e utilizzo dei prodotti fitosanitari
  • Economia Agraria
  • Tecnologia Alimentare
  • Patente Trattore
  • Coltivazione ambiente protetto ed in campo aperto
  • Allevamento e Trasformazione Animale
  • Qualità

Competenze e conoscenze in esito al percorso:

A. Proporre soluzioni tecnologiche che introducono elementi innovativi e competitivi di prodotto e di processo

  1. Conoscere le problematiche tecnico-produttive delle diverse filiere agroalimentari con particolare riferimento alle filiere: orticola, florovivaistica, lattiero casearie e trasformazione carni;
  2. Capacità di attuare e monitorare i metodi fisici, chimici e biologici;
  3. Conoscenza delle principali metodologie e apparecchiature per la lavorazione,  trasformazione e raccolta con particolare riferimento alle filiere: orticola, florovivaistica, lattiero casearie e trasformazione carni;
  4. Conoscenza dei parametri di qualità delle materie prime destinate alla trasformazione;
  5. Conoscere processo tecnico produttivo di un’azienda Agro-zootecnica e Biologica;
  6. Conoscere la gestione economica–amministrativa e commerciale di un’azienda Agro-zootecnica e Biologica;
  7. Conoscenza e utilizzo delle principali operazioni e guida del mezzo agricolo su gomma;
  8. Conoscere, definire e classificare gli elementi dei processi decisionali, gli scopi e i risultati attesi in specifici e concreti contesti aziendali.

B. Gestire i processi di produzione e trasformazione nell’ambito di specializzazioni e peculiarità del “Made in Italy”

  1.  Conoscere il prodotto e il suo ciclo di lavorazione;
  2. Conoscere la corretta applicazione delle tecniche di coltivazione e lavorazione manuale e meccanica per i prodotti coltivati, sia in campo che in ambiente protetto;
  3. Presiedere alla programmazione e al controllo dei processi produttivi;
  4. Gestire i processi di produzione nell’ambito di specializzazioni e peculiarità del Made in Italy;
  5. Capacità di operare nell’innovazione di prodotto: conoscenza degli standard qualitativi e capacità di individuare punti critici di processo, intervenendo nella riduzione del danno tecnologico, nell’ottimizzazione della qualità e nella estensione della shelf-life di prodotto;
  6. Capacità di tutelare e valorizzare la biodiversità vegetale ed animale;
  7. Conoscere i principali tipi di colture e le tecniche delle produzioni di vegetali in azienda un’azienda Agro-zootecnica e Biologica;
  8. Conoscenza e capacità di applicare le buone pratiche nella fase d produzione vegetale ed allevamento animale;
  9. Programmare i piani di produzione di materiale vegetale florovivaistico.

C. Gestire i processi produttivi secondo i principi di eco-compatibilità e sostenibilità

  1. Applicare tecniche e tecnologie di produzione innovativa a basso impatto ambientale con risparmio energetico;
  2. Capacità di applicare metodi di gestione e controllo dell’effetto dei fattori ambientali nelle differenti filiere produttive, anche in funzione del cambiamento climatico;
  3. Conoscere le normative che regolano il settore della produzione biologica e le relative acquisizioni delle certificazioni di prodotto e di processo.

Area tecnologica: Area 4 – Nuove tecnologie per il Made in Italy

Ambito: 4.1 – Sistema Agroalimentare

Figura nazionale di riferimento (ex Decreto 7/9/2011 – Decreto  5/2/2013):

4.1.1  Tecnico Superiore Responsabile delle produzioni e delle trasformazioni agrarie – agro-alimentari e agro-industriali.

Per informazioni e iscrizioni:

tel. 0773/474380 dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 17:00

(dal 07/08/2017 al 27/08/2017 la sede resterà chiusa per ferie, in questo periodo, si prega di contattarci alla mail info@fondazionebiocampus.it)

Scarica di seguito il bando e la domanda di iscrizione:

 

Richiedi informazioni on-line o contattaci al numero: 0773.474380